fbpx

Si chiama dieta Axia S4 e non ci vuole tanto a capire per quanto tempo vada seguita: quattro settimane. Nata dall’esperienza del nutrizionista napoletano Gennaro Varriale, promette di far dimagrire velocemente e di ottenere una perdita di peso continua e duratura nel tempo. La dieta S4 sta spopolando in Campania e in Italia soprattutto tra i “Vip”. Visitando i profili social dello Studio privato Axia riscontriamo pazienti che hanno perso perfino 98 Kg solo con una dieta alimentare. Ma di cosa si tratta, come funziona e quali sono i risultati? La dieta presenta cicli di 2 settimane in cui è possibile perdere una taglia al mese (proporzionata alla fat mass iniziale). L’abbinamento dei cibi è specifico e giornaliero, come suggerisce il nutrizionista “in modo da non far abituare il corpo e la mente alla riduzione delle calorie” con una corrispondente perdita di peso. Questa dieta prevede un programma nutrizionale ed il fitwalking “l’arte del camminare” per attivare il metabolismo e bruciare più calorie. Allora Cardiofrequenzimetro alla mano o per meglio dire al polso il dott. G.Varriale ci spiega che questo strumento ci permette di capire se stiamo sbagliando qualcosa nei ritmi di lavoro e di riposo. La passeggiata può essere effettuata a tutte le età in base anche alla propria preparazione atletica dagli sportivi agli anziani.
Nel dettaglio le fasi della dieta sono 4 e durano in base a quanti Kg ci mancano per arrivare ad un peso “salutare”:

1 Piramidale. Nella prima fase assistiamo ad una alimentazione mediterranea a piramide capovolta: cereali integrali non raffinati, frutta e verdura di stagione e proteine nobili ed sua maestà Evo.

2 Intensiva. Limitare i Glucidi favorendo i legumi e puntare sulle proteine animali e vegetali assieme ai super food come i Pistacchi non salati o alghe come la spirulina.

3 Mantenimento. Si reintroducono gradualmente i carboidrati sempre in stile piramidale.

4 Stile di vita. Per stare in forma ed in salute non c’è altra via da seguire se non una corretta alimentazione che varia in base alla stagionalità concedendosi il weekend libero.

La dieta risulterebbe semplice, immediata, appagante e soprattutto Salutare.

Il movimento non è indispensabile, ma essenziale per accelerare la perdita di massa grassa e soprattutto per mantenersi in salute. sottolinea lo Specialista della nutrizione.

Durante la prima e la seconda fase, bisogna camminare dai 3 ai 5 Km al giorno indipendentemente dal tempo che ci mettiamo a compierli. Un attività leggera, ma efficace ottimizzata dalla valutazione della frequenza cardiaca.

Nella terza e quarta fase possiamo praticare vero e proprio fitwalking camminata che esce dalla normale locomozione quotidiana e diventa un’ attività motorio-sportiva.

Ma cosa si mangia in questa dieta di 4 settimane ? I pasti previsti sono 5 o più e possono essere composti dagli alimenti che vi elenchiamo sotto.

Farro, Orzo, riso integrale, Amaranto, Quinoa, Crusca, Legumi preferibilmente passati, Minestroni o Insalatoni; molto Pesce azzurro, merluzzo, branzino, sogliola, platessa pesci di taglia piccola o media; Verdure e ortaggi di stagione a volontà finì a 500gr a porzione anche passati o vellutati.
E ancora: molti kiwi, mele, pere, prugne, arance, pompelmi, susine e frutti di bosco due volte al giorno con porzioni da mezza tazza;
• Una premuta di arancia con limone al giorno;
• Una tazza di latte di mandorla al giorno.
• 20gr di pistacchi non salati al giorno. 10 Gr di noci o 20 di semi di lino. Alga Spirulina anche come integratore.

Ovviamente bisogna bere almeno 1 L e mezzo di acqua al giorno, una tazza di acqua calda con del succo di limone al mattino prima di fare colazione, un caffè amaro dopo i pasti e condire solo con olio extravergine di oliva. Molto peperoncino per gli amanti del piccante. Il risultato? Via circa una taglia al mese.


Hit Counter provided by technology news